Pubblicato in: Attualità

Colloquio telefonico Putin-Draghi

Colloquio telefonico Putin-Draghi: forniture ininterrotte di gas all’Italia

“Nella discussione relativa alla sicurezza energetica è stata confermata l’intenzione della parte russa di continuare a garantire forniture ininterrotte di gas naturale all’Italia ai prezzi fissati nei contratti”: è quanto comunica il Cremlino in merito ad una conversazione telefonica che il Presidente russo, Vladimir Putin, ha avuto oggi pomeriggio con il Presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi. Durante la telefonata, fa inoltre sapere il Cremlino, “Putin ha sottolineato che la Federazione Russa è pronta a dare un contributo significativo al superamento della crisi alimentare attraverso l’esportazione di grano e fertilizzanti, a condizione che le restrizioni politicamente motivate vengano revocate dall’Occidente”.

Pubblicato in: Attualità

Vaiolo delle scimmie: in Uk già si somministra il vaccino, la Francia ci pensa

🔴 Nonostante diversi esperti ritengano che il vaiolo delle scimmie non sia una malattia particolarmente pericolosa, le autorità sanitarie di vari Stati stanno iniziando ad attuare misure di contrasto che ricordano quelle già messe in campo in relazione al Covid-19.

#vaiolodellescimmie #vaccini

Articolo completo:

Vaiolo delle scimmie: in Uk già si somministra il vaccino, la Francia ci pensa

Pubblicato in: Citazioni

Una bomba atomica

L’Unione Europea intende usare il pugno duro contro i criminali. No, non quelli che trafficano uomini, armi e droga, non le multinazionali che evadono miliardi di tasse. Nel mirino ci sono tutti coloro che non vogliono rinunciare completamente al mercato russo, magari perche’ la sopravvivenza della loro attivita’ commerciale dipende proprio dalla clientela russa. L’UE cerca di criminalizzare la violazione delle sanzioni. “È fondamentale che le restrizioni contro la Russia siano pienamente rispettate durante il conflitto in Ucraina”, afferma la Commissione europea. Tale passo compiuto a livello dell’UE dovrebbe rendere più facile indagare, perseguire e punire la violazione delle sanzioni in tutti i 27 Stati membri, ha sottolineato. La commissione ha individuato alcuni dei potenziali reati penali, come le attività che cercano di aggirare le sanzioni, tra cui l’occultamento di beni, il mancato congelamento di fondi soggetti a restrizioni e il commercio proibito, come l’importazione o l’esportazione di prodotti soggetti a divieti commerciali. Bruxelles ha inoltre proposto nuove norme più rigorose in materia di recupero e confisca dei beni, che dovrebbero anche contribuire al rispetto delle misure dell’UE “per garantire che la criminalità non paghi privando i criminali dei loro guadagni illeciti e limitando la loro capacità di commettere ulteriori reati. La violazione delle sanzioni potrebbe anche diventare motivo di sequestro di beni. “Le sanzioni dell’UE devono essere rispettate e coloro che cercano di aggirarle puniti… Come Unione difendiamo i nostri valori e dobbiamo far pagare il prezzo a coloro che mantengono in funzione la macchina da guerra di Putin”, ha affermato Vera Jourova. La commissione ha aggiunto che presenterà una proposta legislativa dopo che tutti gli Stati membri saranno d’accordo. La Russia è diventata il paese più sanzionato al mondo. Tra le altre misure, le attività estere della banca centrale russa sono state congelate. L’UE sta attualmente discutendo un sesto pacchetto di sanzioni, che potrebbe includere l’abbandono del petrolio russo. Tuttavia, questo deve affrontare l’opposizione di alcuni membri, in particolare l’Ungheria, che ha paragonato i limiti proposti a “una bomba atomica”.

(Laura Ru)